“Uomini che odiano le donne” #2

5 giugno 2009 at 16:04 (Books)

Alla fine ha vinto lui. Il libro, intendo.

Ma solo per colpa della sua banalità. L’ho dovuto divorare in 3ore per togliermelo dal mezzo.

Le seconde 350pagine sono, per fortuna, più scorrevoli delle prime però sono di una banalità pazzesca, tutto è ovvio come il giorno e la notte, colpi di scena zero e noia a go-go.

Però lo dovevo finire…dovevo vedere fin dove si sarebbe spinta l’ovvietà di quelle righe, di quei pensieri.

L’ho trovata, la fine.

Banale come tutto il resto del libro.

😉

Annunci

Permalink Lascia un commento

“Uomini che odiano le donne” #1

3 giugno 2009 at 09:05 (1)

I casi mediatici non mi sono mai piaciuti.

Li trovo palesemente artefatti, senza vita e senza verità. Ogni tanto, però, qualche caso mediatico arriva anche tra le mie mani…che sia un film o un libro poco importa.

Successe con Harry Potter, il primo libro. Me lo regalarono per un compleanno e io, da brava curiosa, lo lessi. CHOC.

Tremendo! lo trovai stupido e scritto male ( o forse tradotto male?) ma, non contenti della mia critica, mi regalarono anche il secondo volume. Che non ho mai aperto.

Adesso mi è capito tra le mani (sempre un regalo di compleanno…è destino!) “Uomini che odiano le donne”, di Stieg Larson. Tutta Italia parla e recensisce ottimamente queste 700pagine di thriller svedese…va bene, leggiamole…

Comincio questa avventura ma dopo 18pagine non riesco a muovermi. Passan 2giorni, lo riprendo, continuo…mi sforzo e nel giro di 1settimana arrivo a pagina 350. A metà. E finalmente inizia a succedere qualcosa. Uh..gran movimento, eh?

L’autore si perde in inutili descrizioni di oggetti che non servono ad altro se non a far aumentare di volume il tomo. Il protagonista maschile è banale (ma per fortuna non è  il solito supereroe della Madonna), ha storie di sesso e mai d’amore e, mi pare, sia anche abbastanza sciocco (è un giornalista che si fa infinocchiare per non avere verificato le fonti prima di diffamare 1industiale).

La protagonosta femminile invece è al limite della società. Sembra 1 punkabbestia che però spende 1 sacco di soldi in Apple e accessori vari. Mi pare un po’ 1 ossimoro. Va beh.

La prima botta di vita, come ho già detto, è solo verso la 350° pagina…il che non è propriamente il massimo per un thriller..no?

Su su…non voglio perdermi in chiacchere… Fatemi finire le ultime 350pagine e poi vi dirò se il romanzo migliora.

Sinceramente lo spero tanto.

larsson

Permalink Lascia un commento

quarto di bue

18 maggio 2009 at 13:55 (AOB) ()

Due grossi ganci da macellaio sono infilati nelle mie orbite oculari, il freddo acciaio batte contro l’ osso occipitale.

Rimango appesa in una cella frigorifera, così, per ore. La luce mi trafigge il cuore, le tempie, il viso.

Qualcuno mi tiri giù di qua! Nessun suono, a parte quello del mio respiro affannato.. Ho freddo!

Ad ogni mio movimento i ganci si conficcano sempre più in profondità..

Eppure non è la morte che sta venendo a prendermi, forse vuole solo farmi notare la sua presenza. Oh, morte…lo so che ho un debito con te..dimmi cosa vuoi..come posso aiutarti!? Ma nulla. Nessuna risposta. Ormai non ci vedo più.

Forse è meglio non vedere.

E’ più facile vivere senza dover vedere quello che accade intorno a noi. Tiratemi giù! Questi animali squartati attorno a me..oddio..vi prego…non posso neanche piangere!! ..No..adesso che succede..chi sta arrivando? Mi stanno venendo a prendere..Grazie..no..non andate via!! Sono qui!!! Qui appesa!!! Vi prego!!!

Non vedete che mi stanno infilando degli spilloni nelle tempie?? Fermateli!! Mi stanno trapassando il cervello! BASTA!!! Vi prego! Ma cos’ è questo suono? Questo Tam-Tam.. NO! E’ un martello pneumatico! Dove cazzo è??? Lo sento, è qui vicino..mi sta assordando..NO! E’ nella mia testa! Aiuto!

Questo casino mi sta uccidendo!E’ tutto dentro di me..non ci credo! Fate uscire gli operai dal mio cervello! Fate uscire questi ganci dai miei occhi!! Saranno passate 3 ore..

..o forse 3 giorni..

Non capisco più niente..

Se non sto morendo..allora fate qualcosa!

Sono esausta…

Questa maledetta emicrania mi perseguita.

Permalink Lascia un commento

RAF

6 maggio 2009 at 09:48 (Le Cinéma) (, , , )

No, noooo…non è “quel” Raf che trovo notevolmente inutile… è LA RAF, la Rote Armee Fraktion aka “Banda Baader Meinhof“.

Ho visto il film.

Bello.

Lungo.

Realistico. 

Niente di più tragico del dovuto, niente di estremizzato.

 Solo i fatti, puri e semplici.

Lo consiglio a tutti coloro i quali hanno un gap nella loro conoscenza della storia europea e mondiale (perchè no?).

Perchè conoscere il passato aiuta a capire meglio il futuro.

Permalink Lascia un commento

troubles

29 aprile 2009 at 09:16 (AOB)

c’è una parte di me che vorrebbe stare al caldo. L’altra parte invece vorrebbe stare al freddo.

Non so cosa dire, cosa pensare. Non so se avere freddo…o se avere caldo, appunto.

L’unica cosa che so, ora come ora, è che non so.

Forse ho solo bisogno di una vacanza

Permalink Lascia un commento

Reiko is gone

26 aprile 2009 at 09:36 (Senza categoria)

Reiko non c’è più, non esiste più.

Reiko si è mossa come un drago e ha mostrato quello che ha al sole.

Reiko ha  aspettato che passasse la notte che le faceva paura, ha aspettato che ritornasse il vento e la sollevasse ancora.

Ciao Reiko, ci vediamo presto.

Permalink Lascia un commento

Wrong (me)

26 aprile 2009 at 08:55 (AOB)

I was born with the wrong sign
In the wrong house
With the wrong ascendancy
I took the wrong road
That led to the wrong tendencies
I was in the wrong place at the wrong time
For the wrong reason and the wrong rhyme
On the wrong day of the wrong week
I used the wrong method with the wrong technique

Wrong

Wrong

There’s something wrong with me chemically
Something wrong with me inherently
The wrong mix in the wrong genes
I reached the wrong ends by the wrong means
It was the wrong plan
In the wrong hands
The wrong theory for the wrong man
The wrong eyes on the wrong prize
The wrong questions with the wrong replies

Wrong
Wrong

I was marching to the wrong drum
With the wrong scum
Pissing out the wrong energy
Using all the wrong lines
And the wrong signs
With the wrong intensity
I was on the wrong page of the wrong book
With the wrong rendition of the wrong hook
Made the wrong move, every wrong night
With the wrong tune played till it sounded right yeah
Wrong
I was born with the wrong sign
In the wrong house
With the wrong ascendancy
I took the wrong road
That led to the wrong tendencies
I was in the wrong place at the wrong time
For the wrong reason and the wrong rhyme
On the wrong day of the wrong week
I used the wrong method with the wrong technique

Wrong

 

Permalink Lascia un commento